Ospiti ai fornelli:
il pollo tandoori di Nimmy

il pollo tandoori di Nimmy

 A volte - raramente - lascio che qualche mio selezionato ospite si metta ai fornelli per preparare una specialità che non fa parte delle mie ricette abituali.

È il caso di questo pollo tandoori, completo di tutti i suoi contorni, preparato domenica da Nimmy!

Da diverso tempo Nimmy si era impegnata a farci provare delle vere specialità indiane cucinate da lei come a casa sua.
E ha mantenuto la parola!

La ricetta è quella segreta di suo padre, riportata a parte.

Per la cottura è stato però usato il fuoco del grill a carbone in terrazza.
E il tempo di cottura è stato portato a 40' non avendo usato (fuori non c'è...) la cottura con il grill dall'alto.
Né avevo a disposizione un forno tandoori... 

È stato preparato così!

Preparazione:

Annunci Google

<

I pezzi di pollo sono arrivati nella mia cucina già marinati, anche perché la marinatura deve durare almeno un paio d'ore.
E appena arrivati son stati disposti nelle teglie da mettere sul fuoco.

Come prima cosa, tagliate e affettate le verdure, è cominciata la cottura della crema alle lenticchie che, se ho ben compreso, si chiama Dal Makhani; molto saporita e piccante.

E, mentre i pezzi di pollo cuociono nel grill a cupola, si preparano anche i condimenti per accompagnarlo.
Una salsa a base di yogurt e cetriolo (ricorda molto lo tzatziki) e le cipolle ben rosolate in padella.
Non mancano poi del lime e un'abbondante dose di coriandolo tritato.

A metà cottura i pezzi di pollo vanno girati e conditi con una noce di burro.

E, a fine cottura, il pollo è stato lasciato un paio di minuti direttamente sulla griglia per asciugare l'eventuale umidità in eccesso (essendo stato cotto, in questo caso, in teglie non forate).

I pezzi di pollo, disposti su di un vassoio vanno coperti dalle cipolle ben rosolate in padella, dal coriandolo tritato grossolanamente e cosparsi generosamente dal succo di lime.

Ora tutto è pronto per essere servito, accompagnato dalla crema alla lenticchie, la salsa di yogurt e il riso al vapore (la stessa preparazione del BaiFacon l'aggiunta di una noce di burro a inizio cottura).
Non avendo il cuociriso lo si può anche sostituire con un semplice pilaf

Direi che questo piatto parli da solo!

Come dessert dei pezzetti di pandispagna coperti da una crema di mango e accompagnati da una crema chantilly preparata al momento.

E direi che basta e avanza!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • Nimmy ha utilizzato per questo pollo tandoori la ricetta di famiglia che riporto così come mi è stata passata da Joseph, il papà di Nimmy! (cliccare qui).
  • Tandoor, da Wikipedia, l'enciclopedia libera: un tandoor (ˈtaːnduːr) o tandoori (tanˈdoˑori) è un forno d'argilla a forma di campana rovesciata o cilindrico. Il tandoor viene usato per cucinare in India, Turchia, Iran, Armenia, Pakistan, Afghanistan, e in quasi tutto il Medio Oriente e Asia meridionale. Il calore del tandoor è tradizionalmente generato da fuoco di carbone o legna che bruciano alla base del forno stesso. Il cibo posto all'interno del forno è così esposto sia al calore della fiamma viva, sia al calore irradiato che scalda l'aria, sia al fumo per eventuali affumicature. La temperatura all'interno del forno può raggiungere i 480 °C, ed è pratica comune mantenere il forno acceso per lunghi periodi in modo da tenere la temperatura adatta alla cottura. Il forno tandoor è una sorta di unione tra un forno a terra, o interrato, e un forno piano a muratura. Viene utilizzato nelle cucine mediorientali per cucinare piatti tipici come il Chicken Tandoori o il Chicken tikka, o molte delle varietà di pane locale come il tandoori roti o il naan.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna