Spaghetti allo scoglio del cuoco pigro

Spaghetti allo scoglio

Volendo improvvisare una spaghettata veloce e che non sia il solito aglio, olio e peperoncino a volte bisogna un po' arrangiarsi...
ma volendo i risultati possono essere veramente strepitosi.

Questa volta, per una voglia improvvisa di spaghetti allo scoglio, ho proposto la versione del cuoco pigro!

In pratica, non avendo il tempo e la possibilità di correre in pescheria a procurarmi tutti gli ingredienti, pulirli e prepararli, ho fatto ricorso a una delle scorte del mio magico freezer: quella del misto di frutti di mare surgelato
(però... non uno di quei misti pronti con tutti gli ingredienti ridotti a pezzettini...).

E, chiaramente, per proseguire con le scorte surgelate, ho anche prelevato dalla mia scorta di verdure per soffritto e di prezzemolo.

Confesso però che aglio e pomodorini erano freschi!

Quindi, recuperati un paio di filetti d'acciughe, del vino bianco e del concentrato di pomodoro, mi son messo all'opera.

Il tutto è stato preparato dal momento in cui l'acqua per la pasta è stata messa sul fuoco.

Pertanto, raccolti tutti gli ingredienti, iniziamo a cucinare!

Ingredienti, per due persone:

spaghetti (o linguine)

g

160

misto frutti di mare, ca.

g

200

olio EVO

CT.

2

aglio

spicchio

1

prezzemolo tritato

CT.

1

verdure per soffritto

CT.

2

filetti di acciughe

pz.

3

concentrato di pomodoro (facoltativo)

CT.

1

pomodorini

pz.

5

vino bianco

bicchiere

½


Il concentrato di pomodoro può essere messo in quantità minore o anche tralasciato:
dipende dal proprio gusto.

E per quanto riguarda i filetti d'acciuga, per questi sughi io ne calcolo in genere uno per la padella e uno per commensale;
ma per un sapore di mare più marcato, se ne può sempre aggiungere!

Preparazione:

Annunci Google

<

Mettere a bollire l'acqua e tritare l'aglio col prezzemolo.
Quindi mettere l'olio in una padella adatta a far saltare la pasta e versarvi questo trito.

Appena l'acqua è a bollore, salarla e immergervi per qualche secondo, con un colino, il misto di frutti di mare;
giusto il tempo di scongelare e scottare il misto mare.

Poi accendere il fuoco sotto la padella e gettare la pasta.

Mescolare a fuoco vivace il trito d'aglio e prezzemolo, senza farlo colorare o bruciare fino a che sprigiona tutto il suo profumo.
Aggiungere il trito di verdure da soffritto e i filetti d'acciuga e mescolare bene.

Completare coi frutti di mare e il concentrato di pomodoro;

Versare il  vino bianco e farlo sfumare continuando a mescolare a fuoco vivo.

Un minuto prima di scolare la pasta, aggiungere anche i pomodorini, tagliati a metà o in quattro a seconda delle dimensioni.

Scolare la pasta molto al dente e versarla subito in padella proseguendo la cottura, sempre a fuoco vivo, per un altro paio di minuti.

La pasta è pronta.

E ora, in tavola, direttamente dalla padella al piatto!

Buon appetito

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<

 

I vostri commenti son benvenuti!
Lasciateli nel modulo a fondo pagina:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna