Print Friendly, PDF & Email


 La solita torta di mele, rivisitata e rovesciata!

 Torta di mele rovesciata

 Riprendere in mano la ricetta di una torta che si prepara, con successo, da anni è sempre un azzardo.

Specie se si tratta di una di quelle della nonna!
Però, però… provando via via alcune variazioni sono riuscito, a detta di quelli che se la mangiano con gusto, a metterne in tavola una versione decisamente saporita!

Una versione che da un lato, semplifica la preparazione dell’impasto e, dall’altro, risolve alcuni problemi dati da mele che rilasciano un’eccessiva umidità.

Qui una breve digressione: le mele migliori per le torte sono, sempre e comunque le renette (qui nella variante Boskop – anche Schöne aus Boskoop o Renette von Montfort)

In pratica l’impasto è stato lavorato con tutti gli ingredienti a temperatura ambiente (come quello dei miei plum-cake, evitando così gli albumi montati a neve) con però l’aggiunta di latte.

Le mele… invece di essere aggiunte sopra l’impasto, appena prima di infornare, son state disposte sul fondo dello stampo (a scelta, con o senza un’abbondante spolverata di zucchero!) per essere poi coperte dall’impasto.

Resta sempre un dolce che va bene per ogni giorno.

Ora, cominciando come sempre dagli ingredienti, iniziamo a cucinare!

Ingredienti:

Tortiera ad anello

Ø cm.:

22

26

mele (renette, assolutamente!)

pz.

3

4

uova

pz.

2

3

zucchero

g.

200

300

burro

g.

65

100

latte

ml.

130

200

farina

g.

200

300

bustina lievito per dolci

pz.

½

1

scorza di limone

pz.

1

Ad Lib.

vaniglia pura

presa

1

1

sale

presa

½

1

Preparazione:

Annunci Google

<

Per prima cosa sbucciare le mele e tagliarle ognuna in sei spicchi (l’ideale è l’apposito tagliamele).
Tenerle da parte in una ciotola con un po' di succo di limone e dello zucchero
(volendo aggiungere un’idea, ma proprio un’idea, di cannella - a me piace).

Amalgamare con molta cura zucchero e burro, fino a ottenere una crema (se si prepara l'impasto a mano è utile lavorare prima il burro con la forchetta fino a ridurlo già a crema; quindi incorporare poco a poco lo zucchero). proseguire con i tuorli d'uovo, mescolare e versare il latte.

Sia il burro con lo zucchero, prima, che le uova aggiunte, poi, andranno montati a lungo.

 Setacciare la farina, aggiungere il sale, il lievito per dolci e la vaniglia.

Quindi aggiungerla al resto del composto, poco a poco, mescolando delicatamente, fino a incorporarla tutta.

Foderare il fondo di una tortiera ad anello (quella adatta alle dosi utilizzate) con carta forno e imburrare e infarinare i bordi.
(io preferisco, in genere, sostituire la farina, con del pangrattato finissimo)

Disporre gli spicchi di mele ben ravvicinati fino a coprire tutto il fondo della tortiera spolverando, se si vuole, con dello zucchero o della granella di zucchero.
(a volte io metto anche delle mandorle a scaglie!)

Versare delicatamente il composto sopra le mele distribuendolo per tutta la tortiera e infornare nel forno preriscaldato (statico) a 200°C.

Abbassare la temperatura a 180°C e cuocere per circa 45’ (ogni forno, non mi stancherò mai di ripeterlo, ha la sua storia e i suoi tempi: controllare la cottura!)

A fine cottura controllare comunque che la torta sia cotta bene (solito metodo dello steccolino…).

Togliere la torta dal forno e aspettare qualche minuto.

Poi controllare che il bordo sia ben staccato (eventualmente aiutarsi con una spatolina sottile),
aprire con attenzione l’anello, senza sfilarlo,
appoggiare una gratella sullo stampo,
capovolgere, e togliere finalmente la base e l’anello dello stampo togliendo anche la carta forno sicuramente molto appiccicata alle mele!!!

Cospargere di zucchero a velo e lasciar raffreddare sulla gratella.

Affettare e mangiare con voluttà.

Buon appetito!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<

I vostri commenti son benvenuti!
Lasciateli nel modulo a fondo pagina:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna