Il pane pita

Ecco il pane pita!

Il pane pita oramai si trova quasi ovunque ed è comodissimo per la preparazione di molti panini caldi, da quelli della tradizione del Mediterraneo, per gyros e kebab, fino ai più tradizionali spuntini di casa nostra.
Volendolo avere appena sfornato ecco come lo si può preparare in casa, facilmente e con rapidità.

Oltre al forno serve veramente molto poco: l’impasto universale per pani e pizze (che trovate qui), una placca da forno oliata e… un panno in cui avvolgere i pita appena pronti per mantenerli morbidi!
Tutto qui.

Ingredienti:

impasto universale per pane, pizza e affini, circa

gr

800

farina per la lavorazione

QB

olio EVO per la placca

QB

olio EVO per i pani (facoltativo)

 QB

Preparazione:

Annunci Google

<

Prendere l’impasto universale, già lievitato, e dividerlo in pezze ognuna più o meno delle dimensioni di un uovo.
Con le quantità indicate sopra se ne possono preparare una dozzina.

Stendere su di un piano infarinato l’impasto a uno spessore non superiore ai cinque millimetri.

Aiutarsi eventualmente con degli spessori da cucina.

Disporre i panini su di una placca oliata, coperti da un panno e al riparo da correnti d’aria.
Lasciarli lievitare per circa quindici minuti.
Chi come me preferisce cuocere sul piano in refrattario li può lasciar lievitare sulla pala da forno ben infarinata.

Metterli nel forno preriscaldato a 220° (statico) e far cuocere per circa 8’.
Dopo i primi minuti cominceranno a gonfiarsi.

Toglierli dal forno appena pronti e avvolgerli subito in un panno per mantenerne la morbidezza mentre si raffreddano.

A questo punto il nostro pane pita è pronto.

Il modo migliore per mangiarlo è farlo tostare brevemente sulla brace e quindi farcirlo a piacimento.

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • Spessori per cucina: in commercio si trovano degli spessori appositi, usati principalmente per la preparazione di dolci.
  • Un piccolo trucco che si può usare per garantire che in cottura la tasca si formi alla perfezione, è una goccia d’olio al centro dell’impasto semisteso.
    Poi lo si richiude su se stesso e si prosegue a lavorarlo allo spessore richiesto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna