Il pesto veloce al frullatore

Il pesto veloce al frullatore

Per quanto in casa non mi manchino certo pestelli e mortai di ogni genere, materiale e misura, capita sempre la volta in cui mi manchi il tempo per preparare una buona quantità di pesto seguendo la strada certa della tradizione.
Per esempio quando la quantità di basilico a disposizione è decisamente abbondante:
ed ecco che entra in campo il frullatore per una preparazione più tecnologica!

Scrivo frullatore ma penso anche al bicchierone del mixer o, per delle quantità minori ma non minime, al mio minipimer... la scelta dipende anche da quale ausilio sia disponibile.

I vantaggi sono indiscutibili, per quanto riguarda la rapidità della preparazione; uno svantaggio visibile è invece l'indiscutibile pallore che caratterizza in genere il risultato di questa procedura.
Ma anche a questo c'è il rimedio: come mi insegnò una quarantina d'anni fa una zia di origini genovesi basta aggiungere alcune foglie di spinaci e una minima quantità dei formaggi grattugiati abitualmente necessari ed ecco che il nostro pesto assumerà un bel colore verde brillante!

Il resto del formaggio lo si aggiungerà nella zuppiera, prima di versarvi la pasta appena scolata.
Fra l'altro, anche per la conservazione in freezer, meno formaggio c'è e migliore sarà la conservazione; e quando se ne prepara tanto, è del resto anche per allestirne una scorta.

Gli ingredienti, con la semplice aggiunta degli spinaci, son sempre gli stessi seppure in maggiore quantità e con l'accorgimento di tralasciare l'aggiunta della maggior parte del formaggio fino al momento dell'uso del pesto.

Lasciamo da parte i pestelli e i mortai,

prendiamo tutti gli ingredienti e vediamo come procedere!

Ingredienti:

aglio

spicchi

5

sale grosso (marino)

prese

4

olio EVO

cc

200

basilico (foglie) ca.

gr

100

spinaci, foglie

QB

pecorino (v. nota)

CT

4

pinoli

CT

2

grana (v. nota)

QB

Preparazione:

Annunci Google

<

Mettere nel bicchiere del frullatore tutti gli ingredienti: l’aglio a pezzetti, i pinoli e gli spinaci (eventualmente sbollentati rapidamente)...

... completare col basilico, l'olio, il sale e circa un quarto del formaggio totale.

Far partire il frullatore e mescolare per poco più di un paio di minuti fino a ottenere una crema omogenea ma non fine.

Il nostro pesto è pronto e, con l'aggiunta del resto dei formaggi grattugiati, è pronto a condire la pasta!

Oppure, suddiviso in piccoli contenitori da freezer, a essere surgelato e utilizzato in seguito
(chiaramente in questo caso il formaggio mancante andrà aggiunto solo al momento dell'uso).

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • Pecorino e grana: della quantità indicata, metterne nel frullatore non più di un quinto, anche a pezzetti, volendo.
    Il resto, grattugiato, lo si aggiungerà nella zuppiera al resto del pesto prima di versarvi la pasta!
  • Per utilizzare il pesto surgelato basta metterlo nella zuppiera e appoggiarla quindi per non più di un paio di minuti sulla pentola dove cuoce la pasta.
  • La ricetta classica, con mortaio e pestello, la trovate qui: Il pesto alla genovese.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna