Cucinando in vacanza:
ziti con la ricotta

Cucinando in vacanza: gli ziti con la ricotta!

Continuo la mia vacanza alternando la cucina greca delle trattorie della zona alla mia cucina casalinga; l'unica regola che cerco di seguire è quella di preparare il più possibile con prodotti della zona.
Usandoli come validi sostituti degli ingredienti tradizionali.

Questa volta: ziti con la ricotta!

Per la pasta non c'è problema: ci sono degli ottimi pastifici che propongono un prodotto di grano duro di qualità (certo che se vi è capitato di mangiare la pasta in Grecia ci sarete rimasti male; ma è un problema di abitudini culinarie diverse: anche i migliori spaghetti di Gragnano dopo venti minuti di cottura non sono molto appetibili al nostro palato!).

Fra l'altro gli ziti sono alla base di un piatto della tradizione cretese: il pastitsio – παστίτσιο, il cui nome ci riporta facilmente al periodo veneziano dell'isola!

Per la ricotta son ricorso a un prodotto locale (fra l'altro di un piccolo caseificio in paese) il mizithra – μυζήθρα, un tradizionale formaggio cretese preparato con siero e latte non pastorizzato di pecora e/o capra; si trova sia fresco che stagionato, da grattugiare.

Annunci Google

<

Messa a cuocere la pasta (bastano dai sei ai sette minuti)…

… ho mescolato nella ciotola il mizithra con pepe, graviera e olio d'oliva; aggiungendo poi un po' dell'acqua di cottura.

Scolata rapidamente la pasta, in modo da permettere agli ziti di non asciugarsi del tutto, l'ho mescolata nella ciotola col formaggio.

E quindi subito in tavola, bella calda!

Buon appetito!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • La mizithra si trova fresca in versione più o meno salata; quella più dolce viene usata, mescolata al miele, per farcire dei piccoli calzoncelli (kalitsounia – καλιτσούνια) serviti come antipasto o snack.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna