Calamari ripieni

 

I calamari, per me, son buoni in tutte le salse.
Per esempio, così.

Questi miei calamari in padella sono una delle tante variazioni di una classica ricetta.
Semplici, economici e saporiti!

In questo caso, utilizzandoli come portata principale, ho usato dei calamari medi, da circa 150 gr, due a persona.

 Chiaramente, tiepidi e a fette sono anche un ottimo antipasto.

Ingredienti:

Per il ripieno

Calamari da 150 gr cad.

pz.

4

Aglio (tritato)

spicchio

2

Prezzemolo tritato

CT.

2

Acciuga dissalata

1

Olive verdi snocciolate (o nere, v.n.)

pz.

10

capperi

CT.

1

Uovo

pz.

1

Pangrattato

CT.

2

Grana

CT.

2

Pepe

QB.

Sale

QB.

Per la cottura

Olio EVO

QB.

Aglio (schiacciato)

spicchio

1

Acciuga dissalata

pz.

1

Vino bianco

QB.

 

Preparazione:

Annunci Google

<

 

Pulire i calamari, separare i tentacoli, l’interno ed eliminare la penna. Tenere da parte le sacche per riempirle successivamente.

Tagliar via occhi, dente ed eventuali altre parti dure e tritare finemente i tentacoli.

Tritare tutti gli altri ingredienti, versarli in una ciotola sufficientemente capiente, aggiungere uovo, formaggio e pangrattato; quindi mescolarli insieme fino a ottenere un impasto omogeneo e abbastanza compatto.

A questo punto riempire le tasche dei calamari; se con dei calamari più piccoli, in grande quantità e un ripieno più fluido la soluzione migliore è rappresentata da una tasca da pasticceria, qui io risolvo la cosa semplicemente: faccio via via delle palline o dei cilindretti di ripieno e li infilo nella tasca del calamaro!

Riempite tutte le tasche, non fino all’orlo altrimenti non si riesce a chiuderle, fermarle ognuna con due stuzzicadenti (un po’ di ripieno finirà per uscire ugualmente, in cottura…, ma serve a insaporire la salsa).

Per la cottura faccio rosolare in padella dell’olio EVO con uno spicchio d’aglio schiacciato, aggiungo i filetti dell’acciuga dissalata e disliscata e, appena accennano a sciogliersi aggiungo i calamari, rosolandoli prima su di un lato e poi sull’altro.

Bagnare col vino bianco, incoperchiare e cuocere 20’ / 25’, in modo da portare a cottura completa anche il ripieno.

Togliere i calamari dalla padella e disporli su di un vassoio; restringere rapidamente il sugo di cottura, versarlo sui calamari e portare in tavola.

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<

 

  • print pdf Ricetta, solo testo: da stampare o scaricare.
  • A fine cottura i calamari possono essere posti direttamente nei piatti singoli e messi poi in tavola coperti dal sugo di cottura ristretto. 
  • Olive nere: si possono anche usare e sono molto saporite; ma è meglio dimezzarne la quantità perché l’aroma più forte coprirebbe in parte la delicatezza del resto del ripieno. 
  • I calamari possono essere anche fatti raffreddare bene per affettarli più facilmente e poi serviti tiepidi o freddi come antipasto con un po’ del sugo di cottura allungato col succo di un limone! 
    xDSC 0003 s
  • Articoli correlati: Calamaretti ripieni coi pomodoriCalamari in marinata piccante agli agrumi

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna