itende

Print Friendly, PDF & Email

Focaccia dolce alle prugne

Focaccia dolce alle prugne

Ecco un'altra delle tante variazioni possibili con l'impasto per dolci a base lievitata: una saporitissima focaccia dolce alle prugne.

Come tutte queste focacce, si tratta di una preparazione abbastanza semplice e ideale da tagliare in tante quadrotti da servire a una festa.

Se invece la si prepara per sé o pochi amici, vale la pena di usare, in una teglia piccola, solo metà dell’impasto e utilizzare il resto per un’altra focaccia dolce; magari in un altro momento, avendo cura di riporre subito l’impasto nel freezer.

La preparazione è la stessa che si segue tutte le altre torte a base lievitata che ho già descritto
(in fondo alla ricetta ne ho indicate diverse).

Vedrete: piacerà a tutti

Non rimane che cominciare a cucinare; iniziando come sempre dagli ingredienti!

Ingredienti (per una teglia da cm 40x30 o due teglie da cm 20x30):

per l’impasto

farina bianca

g.

380

lievito liofilizzato

bustina

1

burro

g.

50

latte

ml.

200

zucchero

g.

50

vaniglia pura macinata

presa

2

uovo

pz.

1

sale

presa

1

Per la decorazione

prugne

g.

1'200

succo di limone

QB.

zucchero

QB.

cannella

QB.

 

Preparazione:

Annunci Google

Sciogliere il burro in un pentolino e aggiungervi poi il latte, fuori dal fuoco, mescolando bene.

Mescolare la farina al lievito di birra liofilizzato e cominciare a mescolare nell'impastatrice a bassa velocità aggiungendo il latte col burro sciolto, poi lo zucchero mescolato alla vaniglia e l’uovo.

Mescolare a velocità media per due o tre minuti e quindi aggiungere una presa di sale.

Continuare a mescolare ancora un paio di minuti almeno e poi mettere l'impastatrice alla massima velocità per un minuto.

Coprire la ciotola con un canovaccio e lasciar crescere, al riparo dal freddo e da correnti d'aria, l'impasto per mezz'ora (deve raddoppiare).

Infarinare il bancone della cucina e impastare dolcemente la massa lievitata dando tre giri all'impasto.

Anche questo impasto, come molti altri lievitati, dà il suo meglio se preparato il giorno prima e lasciato poi, dopo queste prime operazioni, a maturare in un contenitore sigillato al fresco, per esempio nella parte meno fredda del frigorifero.

Il giorno dopo andrà lasciato riscaldare a temperatura ambiente per una o due ore e quindi lavorato delicatamente (anche con un mattarello) per essere steso in una teglia imburrata appena (v. nota).

Metter a lievitare un'ultima volta, coperto da un canovaccio e al riparo da correnti d’aria, per almeno un’oretta.

Nel frattempo, dimezzare le prugne ed eliminare i noccioli mettendole via via in uno scolapasta per eliminare l’eventuale umidità in eccesso.

Trascorsa l'ultima lievitazione, preriscaldare il forno a 200°C (statico) e disporre le mezze prugne, col taglio rivolto verso l’alto, sopra l’impasto lievitato, avendo cura di accavallarle leggermente, come delle tegole.

Continuare fino alla completa copertura della torta
(le eventuali prugne avanzate potranno essere aggiunte a una macedonia di frutta!).

Cospargere con pochissimo zucchero e mettere a cuocere nel forno (statico) preriscaldato a 200°C per circa 25’:
vista la variabilità di comportamento dei forni domestici, conviene sempre verificare, dopo questo intervallo, se la torta sia ben cotta.

Sfornare e lasciare intiepidire nella teglia e, appena intiepidita toglierla dalla teglia e trasferirla su di un tagliere.

Tagliare a fette e servire accompagnando eventualmente con panna montata o una crema chantilly.

Buon appetito!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

 

I vostri commenti son benvenuti!
Lasciateli nella mia pagina di Facebook o nel modulo a fondo pagina
:

Add comment

Vi piace questo sito?

Qui potete contribuire a migliorarlo