Spezzatino d'agnello e verdure con tagliatelle
(ricetta light)

Spezzatino d'agnello e verdure con tagliatelle (cucina light)

Per essere una ricetta light questa è decisamente corposa e abbondante (per i miei gusti personali la quantità di pasta è decisamente eccessiva ma... con quella che avanza mi ci faccio una frittata il giorno dopo: io devo mettere su peso!).

Di sicuro è un piatto che non mi vergogno certo ad offrire anche a degli ospiti (magari sgarrando con l'aggiunta di un po' d'olio EVO a crudo, in questo caso, sulla pasta e nell'intingolo).

Si tratta di un piatto che in ogni caso a tavola fa un figurone: è pieno di colori e di profumi e mangiarlo è un vero piacere.

Del resto non ho mai detto che delle portate light debbano essere scialbe e noiose: l’occhio e le papille voglion la loro parte.

Ingredienti, a persona:

tagliatelle

g

100

agnello disossato

g

75

porri

g

75

carote

g

75

cipolla

g

40

olio EVO

ct.

1

brodo di verdure

ccm

75

vino rosso

ccm

50

aglio spremuto

spicchi

½

rosmarino

QB.

alloro

foglia

1

chiodo di garofano

pz.

1

sale e pepe

QB.

cannella (facoltativa)

presa

1

succo limone (facoltativo)

ct.

1

Preparazione:

Annunci Google

<

 

Lavare e pulire le verdure e affettarle a fettine sottili (io uso la mandolina).

Spremere l'aglio e tritare fine la cipolla.
Tagliare l'agnello a pezzettoni e condirlo con l'aglio spremuto e (facoltativo) con la cannella e il succo di limone (v.nota). Scaldare l'olio in una padella antiaderente, versare la cipolla e subito dopo l'agnello avendo cura di rosolarlo bene su tutti i lati per un paio di minuti.

Completare con le altre verdure e quindi insaporire con sale, pepe e rosmarino.

Aggiungere il vino rosso e il brodo, incoperchiare e proseguire la cottura a fuoco medio per circa 40' rimestando ogni tanto per controllare che non attacchi o che non scaldi troppo.
È importante che il liquido di cottura evapori il meno possibile.

A dieci minuti dalla fine della cottura, buttare la pasta.
Scolarla e condirla con parte del sugo di cottura dello spezzatino.

Servire nel piatto, secondo il gusto, lo spezzatino a fianco della pasta o , per fare un po' di scena, appoggiato al centro di un nido di pasta, coprendo bene il tutto con il sugo rimasto.

A prima vista il mettere la pasta nel piatto può sembrare un po' inusuale ma in realtà questo spezzatino era nato per essere servito sopra un bel mucchietto di couscous: posso assicurare che con le tagliatelle è ancora meglio!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<

 

  • print pdf Ricetta, solo testo: da stampare o scaricare.
  • Nota: personalmente trovo che un'idea di cannella e limone ingentiliscano molto il gusto della carne d'agnello
  • Nel caso si prepari per più persone, non esagerare col chiodo di garofano!
  • Al momento di andare in tavola togliere, se ci si riesce, rosmarino, alloro e specialmente il chiodo di garofano: se masticato uccide tutti gli altri sapori (e mi ricorda il dentista..)
  • Brodo anche granulare (magro)
  • Questa preparazione è ottima anche servita con un'identica quantità di riso in bianco (al posto della pasta) o di couscous.
  • kcal 560, proteine gr 29, grassi gr 9, carboidrati gr 80
  • Articoli correlati: Tutte le ricette light!

I vostri commenti son benvenuti!
Lasciateli nel modulo a fondo pagina:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna