Pilaf di gamberetti al curry

Pilaf di gamberetti al curry

Metti una sera a cena… una preparazione diversa dal solito e che può essere servita calda come primo piatto o piatto unico (dipende da con chi e in quanti si è a cena) oppure fredda, come antipasto.
Ma sarebbe pure ottima presentata il giorno dopo, magari per un picnic.

Un delicatissimo pilaf al sapore di curry e di mare!

La tecnica da seguire per la preparazione è quella descritta nella ricetta per il riso pilaf di base; come sempre il volume del brodo è una volta e mezzo quello del riso (con questa varietà di riso il volume è pressoché uguale al peso…).
Poiché per il forno è sempre meglio usare delle teglie molto ampie che non rendono molto sui fornelli, specie se elettrici, è meglio procedere alla tostatura del riso (e in questo caso anche alla cottura della cipolla) in un normale tegame.

Ingredienti:

cipolla

pz.

1

olio EVO

QB.

riso basmati profumato (v. nota)

g

100

gamberetti sgusciati surgelati

g

100

piselli fini surgelati

g

100

curry (v. nota)

CT.

1

brodo vegetale

cc

150

sale (se necessario)

coriandolo fresco

QB.

Preparazione:

Annunci Google

<

Mettere a scaldare sul fuoco la quantità necessaria di brodo vegetale; tenere da parte in una ciotola i gamberetti e i piselli surgelati (nulla impedisce, avendoli a portata di mano, di usare gamberetti freschi e piselli pure freschi e appena sbollentati) scaldare l’olio in un tegame, affettare la cipolla e farla appassire a fuoco dolcissimo, possibilmente a tegame coperto.
Aggiungere il riso, mescolarlo alla cipolla e farlo tostare alzando la fiamma.

Mentre il riso si sta tostando (attenzione a non farlo bruciare) aggiungere al brodo i gamberetti e i piselli condendo il tutto con parte del curry.
Appena il riso sta cominciando a diventare trasparente, condirlo col resto del curry continuando a mescolare e, appena a punto, bagnarlo con buona parte del brodo per evitare che bruci.

Trasferire il riso in una pirofila o in una teglia da forno e condirlo col restante brodo aggiungendovi anche gamberetti e piselli.

Mescolare delicatamente e, in assenza di un coperchio adatto, coprire con un foglio d’alluminio robusto già piegato in modo che aderisca bene ai bordi.
Infornare in forno statico preriscaldato a 180° per 18'.

Trascorso il tempo di cottura, spegnere il forno, eliminare l’alluminio e sgranare bene il riso con una forchetta.
Rimetterlo scoperto nel forno spento per un paio di minuti per fare evaporare l’eventuale umidità superficiale dei chicchi di riso (che dovranno risultare ben separati l’uno dall’altro).
Quindi portarlo dividerlo nei piatti o portarlo in tavola nella teglia.

Il nostro pilaf è servito.

Buon appetito!

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • Riso basmati: qui è stata usata la varietà cosiddetta jasmin, dall’intenso profumo che ricorda quello del gelsomino; molto diffusa nel sudest asiatico.
  • Curry: pur usando un curry commerciale, in molte preparazioni, come questa - per esempio, lo mescolo con della curcuma e della farina di cocco. La quantità da usare è molto personale: dipende dai gusti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna