Marmellata di rose

La marmellata di rose

Dei racconti che mia nonna Nella faceva a noi bambini del periodo passato in Ungheria durante la Grande Guerra c'eran due cose che avevano colpito molto la mia immaginazione:
le passeggiate invernali sulla slitta tirata dai cavalli e la marmellata di rose.

E la marmellata di rose mi è sempre rimasta in testa fin quando, pedalando lungo il Danubio in direzione di Budapest, non me la vidi servire a colazione:
esisteva davvero!

Più che di marmellata di rose bisognerebbe più propriamente parlare di marmellata di petali di rose; ma tant'è.
E di petali ne servono tanti: pesano veramente poco.

Quest'anno la fioritura delle rose, nel mio giardino, è stata molto scarsa a causa di una proditoria potatura subita a giugno durante le mie vacanze... e solo a fine agosto è ripresa seppure non abbondante come al solito.
Ma ho voluto fotografare ugualmente la preparazione di questa particolare conserva nonostante la scarsa quantità dell'elemento fondamentale!

Ecco come fare.

Ingredienti:

petali di rosa

g

100

zucchero

g

200

acqua

cc

300

limone (succo)

CT

2

(in alternativa allo zucchero e al succo di limone si può usare lo zucchero gelificante ma il risultato - altrimenti ottimo con la frutta - non è altrettanto soddisfacente)

Preparazione:

Annunci Google

<

È fondamentale, per questa preparazione, che le rose non siano state trattate con prodotti chimici (vedi nota). I petali, ben lavati e asciugati vanno pesati (qui nella ricetta viene indicata come misura per gli ingredienti un etto di petali) e tritati grossolanamente.

Quindi mescolati bene con metà dello zucchero e lasciati riposare coperti da una pellicola di plastica  in luogo riparato per due giorni.

Trascorso questo periodo sciogliere il resto dello zucchero nell'acqua e nel succo di limone, aggiungere ai petali e mettere sul fuoco.

Portare a ebollizione (ma non a fuoco vivo) e lasciar cuocere mescolando dolcemente per una ventina di minuti almeno, fino a che prenda consistenza.

A questo punto la marmellata è pronta per i vasetti e per essere poi gustata, magari spalmata sul pane a colazione!

Se preparata correttamente è una preparazione profumatissima; e il profumo prevale certo sul sapore.
Non è forse per tutti i giorni ma a volte è veramente piacevole.

SUGGERIMENTI E NOTE:

Annunci Google

<
  • Per la protezione delle mie rose uso solo infuso di ortiche (quando lo si lascia macerare ha un odore orribile) oppure acqua e sapone di Marsiglia; nonché, su alcune, delle piantine d'aglio piantate vicino agli arbusti: rimedi molto empirici ma abbastanza efficaci!

 

Commenti   

0 #1 LPG Singapore 2016-07-04 15:35
Please let me know if you're looking for a author for your blog.
You have some really good posts and I feel I would be
a good asset. If you ever want to take some of the load off,
I'd absolutely love to write some content for your blog in exchange for a link back to mine.

Please shoot me an e-mail if interested. Many thanks!
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna